Che cos’è la logopedia?

by Chiara on

La LOGOPEDIA è una branca della medicina che si occupa della cura, della riabilitazione e della prevenzione delle patologie della voce, del linguaggio scritto e orale e di tutti quei disturbi cognitivi che hanno a che fare con la comunicazione.

Le aree di intervento del logopedista possono essere divise per una maggior chiarezza in tre macroaree: le patologie e i disturbi che interessano l’età evolutiva, quelli che interessano l’età adulta, e disturbi trasversali alle varie fasce d’età che rientrano nell’area di interesse foniatrico e otorinolaringoiatrico.

Per quanto riguarda l’età evolutiva il logopedista si occupa della valutazione e della abilitazione\riabilitazione del linguaggio in caso di:

  • ritardi o disturbi di linguaggio
  • disturbi specifici d’apprendimento
  • sordità infantile
  • disturbi delle cosiddette “funzioni esecutive” (memoria, attenzione)
  • ritardi cognitivi e sindromi genetiche che possono compromettere le capacità comunicative e l’interazione sociale

In età adulta l’intervento del logopedista è fondamentale nel momento in cui la comunicazione e il linguaggio sono alterati da cause fisiologiche (demenze, patologie legate all’invecchiamento), patologie a carattere degenerativo o da disturbi d’origine neurologica come ictus cerebrali, traumi cranici, eventi patologici che possono esitare in quadri clinici variabili a seconda dell’area danneggiata:

  • afasia
  • aprassia
  • agnosia
  • disartria
  • disfagia d’origine neurologica
  • sindromi cognitive non verbali (alterazioni comporamentali, disturbi di memoria, attenzione ed elaborazione spaziale).

Tra le patologie a carattere foniatrico-otorinolaringoiatrico d’interesse logopedico rientrano:

  • disturbi della voce parlata e cantata di origine organica e\o disfunzionale del vocal tract: noduli cordali, granulomi laringei, lesioni intracordali congenite, esiti di chiururgia del distretto testa-collo, disfonie spasmodiche, disfonia da muta vocale, paralisi cordali, ipercinesie laringee, incoordinazioni fonorisonanziali o pneumofoniche, malmenage e surmenage vocale, rieducazione post-laringectomia parziale o totale
  • disfluenza verbale (balbuzie)
  • disturbi delle funzioni orali e articolatorie
  • disturbi della pronuncia da cause organiche del tratto vocale: dislalie, insufficienze velo-faringee, ipotonia muscolare
  • Squilibrio Muscolare Oro-facciale (deglutizione disfunzionale)
  • disfunzione tubarica
  • sordità acquisita

Il logopedista, a causa di un così vasto campo d’intervento, spesso si ritrova a collaborare con altre figure professionali quali il foniatra, il neurologo, il neuropsichiatra infantile, lo psicologo, il fisioterapista in modo da potersi relazionare con il paziente nella sua globalità.

Written by: Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.